CONSIGLIO DI AREA DI INGEGNERIA CHIMICA E DEI MATERIALI
CORSO DI LAUREA IN INGEGNERIA CHIMICA
HOME
LM LCHR
  • INFORMAZIONI GENERALI
Informazioni generali

Cosa l'Ingegneria Chimica È (e cosa sono gli ingegneri chimici)

Un ingegnere chimico contribuisce a dare risposte concrete alle grandi sfide del nuovo millennio con tecnologie studiate per la qualità della vita e dell'ambiente e sviluppate a partire dalle conoscenze fondamentali di chimica, termodinamica e dei processi di trasferimento e di trasformazione, originariamente sviluppate per l'industria di processo. Alcuni esempi di queste tecnologie sono quelle per la sicurezza, per la tutela ed il risanamento dell'ambiente, le tecnologie dei materiali speciali avanzati e nanostrutturati, le tecnologie biomediche e farmaceutiche, le tecnologie alimentari, le biotecnologie, in una visuale di sviluppo sostenibile.
Il corso di laurea in Ingegneria Chimica continua a fornire le qualificate competenze tecniche richieste dai settori tradizionali dell'industria chimica e di processo; tuttavia, questi settori non sono più gli unici né quelli prevalenti in cui i laureati in Ingegneria Chimica troveranno un futuro professionale coerente con le capacità acquisite.
La formazione impartita dal Corso di Laurea in Ingegneria Chimica ti permetterà di proporti nei seguenti settori:

  • gestione di impianti di produzione : raffinerie, complessi petrolchimici, industrie chimiche, farmaceutiche, alimentari, ecc.;

  • progettazione di impianti di produzione nell'ambito di società di impiantistica, con compiti di sviluppo di processi, di preventivazione dei costi, di analisi della sicurezza degli impianti, ecc;

  • progettazione e gestione di impianti per la protezione dell'ambiente e per il trattamento di effluenti solidi, liquidi e gassosi;

  • ricerca e sviluppo tecnologico nell'ambito di gruppi italiani e internazionali;

  • supporto tecnico in società di servizi e pubbliche amministrazioni con interessi nei settori dell'energia, dell'ambiente, della sicurezza e dei beni culturali.

La figura professionale dell'ingegnere chimico è apprezzata e ricercata in numerosi e diversificati settori dell'industria e dei servizi; la flessibilità e lo spessore della sua preparazione sono universalmente riconosciuti, e consentono percorsi di carriera fino ai più alti livelli di responsabilità.
Il lavoro dell'ingegnere chimico può essere molto vario, raramente si rivela noioso e ripetitivo; al contrario, l'ingegnere chimico si trova spesso ad operare creativamente nel settore dei processi produttivi e di trasformazione.
Per ulteriori informazioni ed approfondimenti su cosa è l'ingegneria chimica o quali sono le attività di un ingegnere chimico ti invitiamo  a contattarci per posta elettronica all'indirizzo cda@ingchim.ing.uniroma1.it oppure... a venire direttamente a trovarci!

Cosa l'Ingegneria Chimica NON È

I contenuti culturali del Corso di Laurea in Ingegneria Chimica (e la stessa professione dell'ingegnere chimico!) sono spesso fraintesi. Riportiamo alcuni di questi fraintendimenti a mo' di esempio nella convinzione di aiutare i giovani a farsi una idea corretta dei contenuti culturali di questa disciplina e a chiedersi se le aspettative nei riguardi della propria formazione trovino rispondenza in essi.

  • "Un ingegnere chimico è un chimico?"; NO.
    Un ingegnere chimico è un ingegnere che applica la chimica, la termodinamica ed i fenomeni di trasporto allo sviluppo ed all'applicazione di tecnologie tradizionali ed innovative. Se hai letto distrattamente, o saltato a pie' pari, il paragrafo precedente ("Cosa l'Ingegneria Chimica è"), ti invito a leggerlo con maggiore attenzione e ti ripeto che si tratta di tecnologie per la qualità della vita e dell'ambiente.

  • "È vero che gli ingegneri chimici hanno a che fare solo con cose che inquinano ed avvelenano?" NO.
    Un ingegnere chimico è un tecnico che conosce le leggi della trasformazione della materia e le usa per realizzare ciò che può essere utile alla vita dell'uomo ed all'ambiente, sia che si tratti di produrre cibi sani e gustosi, di realizzare un rene artificiale per un paziente in attesa di trapianto, di riciclare i materiali recuperabili contenuti nei rifiuti per ridurre il consumo di risorse naturali o altro.

  • "Un ingegnere chimico trova lavoro solo in un'industria chimica?"; NO.
    L'ingegneria chimica è una disciplina che è presente e necessaria in tutte le tecnologie che trasformano la materia, da quelle tradizionali (al momento nel nostro Paese in fase di riconversione, dai grossi gruppi a più piccole realtà industriali) a quelle innovative, dedicate ai prodotti ad alto valore aggiunto (che sono in crescita).
    La Laurea in Ingegneria Chimica offre prospettive occupazionali tra le migliori in Italia e all'estero: in pratica, non esistono ingegneri chimici disoccupati.
    Considera che:

    • Molti settori industriali si mescolano così profondamente al nostro tessuto produttivo che non è possibile pensare di farne a meno; tra questi settori vanno annoverati quelli riguardanti la raffinazione di materie prime e la produzione di semilavorati (sia che si tratti di produzioni tradizionali sia di produzioni innovative). In questi settori industriali l'ingegnere chimico ha un ruolo centrale e questo garantisce agli ingegneri chimici un ruolo professionale chiaro.

    • Gli impianti dell'industria di processo (la prima "casa" dell'ingegnere chimico) richiedono la contemporanea presenza di gran parte delle competenze ingegneristiche, perciò l'ingegnere chimico è ad un tempo lo specialista del processo e, grazie alla vastità della sua formazione culturale di base, è in grado di colloquiare con gli specialisti delle altre discipline coinvolte (meccanica, elettrotecnica, elettronica, automatica...) e coordinarle assumendo un ruolo gestionale.

    • Gli ingegneri chimici sono abituati, per la loro formazione, ad analizzare e modellizzare sistemi complessi. Per questa loro caratteristica e per la multidisciplinarietà della loro formazione culturale essi si possono inserire con relativa facilità anche in settori differenti (quali l'informatico, il biomedico etc.)

  • "Per affrontare il Corso di Laurea in Ingegneria Chimica è necessario possedere una buona conoscenza preliminare della chimica." NO.
    Il Corso di laurea in Ingegneria Chimica non richiede alcuna conoscenza preliminare di chimica. Il nostro programma formativo è completo ma progressivo e consente anche a studenti senza basi specifiche di affrontare le discipline previste dal programma formativo.

a UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI ROMA " LA SAPIENZA " - FACOLTA' DI INGEGNERIA - CORSI DI STUDIO IN INGEGNERIA CHIMICA